martedì 3 dicembre 2013

Il tempo dei deodoranti e dei primi amori

Gli adolescenti puzzano.

Su questo semplice assunto si gettano le basi per un marketing mirato e sfrenato, quello dei deodoranti.

Per un periodo omettono anche il lavaggio preventivo al deodoramento, ma solitamente è una fase che dura poco, subito dopo si passa a docce infinite con tanto di nebulizzazioni molto molto abbondanti di deodorante.

Noi personalmente siamo ormai membri onorari del consiglio di amministrazione di AXE, il Ceo in persona ci manda gli auguri di Natale, con dei nomi come "Provoke","Hot Fever", "Istinct", "Excited", "Full Controll", "Tempation", sfido qualsiasi adolescente con ormoni in tempesta a non cadere nel tranello di questo miracoloso deodorante.

Mentre scie "profumate" inseguono il mio ragazzone da due metri per 46 di piede, anche la piccola di famiglia ha subito la "trasformazione", è passata da Skrillex ad un bel ragazzino Ukraino che le scrive biglietti romantici siamo passati dal sono "sonodarkinsideilmondoèunpostodimerda" alle farfalle nello stomaco, un bel passo avanti, senza dubbio....ma il vero problema adolescenziale delle figlie femmine sono i padri, mentre con il maschio sono tutte pacche sulle spalle, occhiate di assenso, complicità maschia, battute da camerata, quando esce l'adolescente maschio il padre si limita a chiedere "Dove vai?" e da buon mantovano "C'è gnocca?", quando parliamo della sua bambina è tutto un'altro paio di maniche, il padre mi si agita e mi diventa ansioso, geloso.

Critica tutto del povero malcapitato, la camicia, i capelli, la stretta di mano, le scarpe...cose di cui io non mi ero neanche accorta, avevo notato solo un 15enne impacciato e timido, mentre lui aveva già fatto una scansione delle cattive intenzioni del genere maschile tutte concentrate in un unico adolescente.

Domenica lasciamo al cinema, la sua bambina e l'adolescente malintenzionato, con sommo disappunto di MrBig, dopo la solita solfa ..."in un luogo buio, ma hai visto che camicia, a me quello non piace, io conosco i maschi..." riesco ad allontarlo dall'atrio. E' stato con la bocca a "pettinicchio" tutto il pomeriggio, non ha quasi mangiato, l'ha presa veramente malissimo (i maschi devono essere proprio delle brutte persone).

All'uscita eravamo già pronti li ad aspettarla...anzi non ci eravamo neache allontanati troppo, sempre in zona pronti a salvarla dal lupo cattivo.

"Bello il film?"
"Si carino...ma la fine non l'ho proprio capita bene."
"Ma sei stata attenta?"
"Ma si son stata attenta....era un pò articolata, non ho capito bene."
"Ma tu sei sicura di essere stata attenta? Non ti sei distratta mai?"

....

"E tu...tu hai capito BENE la fine film?"

Rivolto al malcapitato....l'ho trascinato via prima di peggiorare del tutto la sua situazione.

Mai riso tanto in vita mia.