venerdì 17 maggio 2013

If doesn't kill you, makes you stronger!






If doesn't kill you, makes you stronger!

Quello che non ti ammazza ti fortifica!

Me lo diceva sempre anche la mia mamma, ed io ne ho fatto il motto della mia vita cinese.

Sono qui sopravvissuta e fortissima.

Stamattina durante la lezione di Body Pump mentre il maestro mi esortava in cinese a darmi da fare con i miei bicipiti, in sottofondo c'era proprio questa canzone, ed io mi affannavo sudata in una sala senza aria condizionata (perchè raffredda il chi) dove nemmeno i ventilatori si possono accendere perchè fanno corrente e le mie compagne di corso cinesi non amano l'aria, si coprono tantissimo e sudano come caciotte sotto il sole, mi sono detta che è proprio vero...

If doesn't kill you, makes you stronger!

Ed io ormai rassegnata agli usi cinesi faccio il mio allenamento quotidiano in una sala, umida e calda, con aria stagnante e ventilatori spenti per non offendere il Chi di nessuno, ogni tanto esco e mi prendo una boccata di aria "fresca", 
"Fresca"....fresca è un parolone, il livello di pollution media negli ultimi tre/quattro mesi è stato di 200 (tenete conto che a Milano dopo i 50 cominciano le targhe alterne) but....

If doesn't kill you, makes you stronger!

Se rileggo indietro il mio diario di viaggio ci sono state tante cose che mi hanno sicuramente reso più forte, di stomaco e di carattere, mangiare gli spiedini per strada seduta sugli sgabellini di plastica ti rende forte di stomaco, farsi  "massaggiare" con i bamboo ti forgia il carattere...e la CaccaGuru ve la ricordate?

Le uova di rana fanno bene alla pelle, sgomitare per prendere il treno, il latte alla melamina, le mozzarelle congelate, gli assorbenti fake, le piste ciclabili invase da motorini durante l'ora di punta, i tassisti abusivi, le zampette di gallina but....

If doesn't kill you, makes you stronger!

Adesso che questa avventura sta quasi finendo mi rendo conto di come la Cina sia riuscita a cambiarmi, a farmi vedere le cose sotto un'altro punto di vista, a farmi spogliare da tantissimi preconcetti, a come in questo contesto sia tutto più semplice, a come contino veramente solo le cose essenziali, tutto il resto è lusso, banalità.

A come sia facile emozionarsi difronte ad un pacchetto (250grammi) di biscotti del "mulino bianco", a come sia facile entrare in sintonia con perfetti sconosciuti solo perchè ti ritrovi a fare insieme un pezzetto di strada, le sensazioni in questo contesto diventano quasi fatti, e le sensazioni ti bruciano addosso a volte più dei fatti.

Tra poco più di un mese questa avventura cinese finirà (proseguiremo per un'altra terra asiatica) ed io sto cercando di elaborare questo allontamento nella maniera più adulta possibile, cosa non facile, mi trovo a guardarmi attorno con occhi cuoriciosi e so che questo popolo e tutte le sue stranezze mi mancheranno moltissimo, faccio foto ad ogni angolino ad ogni scarpa strana, ad ogni outfit per così dire "eccentrico" ed intanto la mia casa si riempie di scatoloni e il mio cuore ricomincia a lasciare briciole dietro di se, but

If doesn't kill you, makes you stronger!