martedì 26 febbraio 2013

Politica cinese

Ancora ai tempi del Bunga Bunga (bei tempi quelli), dove la notizia dei festini ribalzava da una testata straniera all'altra, specialmente quando cominciarono ad apparire le minorenni,  ebbi una discussione con la mia Laoshi di cinese,  che mi chiedeva cosa ne pensavo, risposi che non apprezzavo il personaggio e che non avevo votato per lui ma che alla fine "rispettavo" la scelta dei miei concittadini.

Lei mi guardò stupita con i suoi occhioni a mandorla e mi disse....

"Ma così il paese ne soffre, tutto il popolo ne soffre....a noi non sarebbe mai capitato!"

...mi dice alzando gli occhi al cielo.

Un pò offesa per il mio popolo ho ribattuto dicendo che loro vivono praticamente sotto dittatura, non vanno a votare e non possono scegliere,  hanno la censura, la pena di morte, non hanno la minima idea di cosa succeda realmente nel paese, noi abbiamo una Democrazia che ci è costata sacrifici e sangue, abbiamo una costituzione, possiamo informarci liberamente, da noi si è innocenti fino a prova contraria.

Lei mi riguardò stupita con i suoi occhioni a mandorla e mi disse....

"Ma tu sei proprio sicura che il popolo sia realmente capace di scegliere i propri governanti?".

No cara, carissima Laoshi...forse avete ragione Voi, con un pò meno Democrazia saremmo stati un paese più governabile!

sabato 16 febbraio 2013

Capodanno Cinese...15 giorni di festeggiamenti!





Sul Capodanno Cinese potete trovare pagine e pagine sul web, sinologi che spiegano nel dettaglio la ciclicità e la ritualità legata a questa festività importantissima per i cinesi...io posso solo regalarVi il mio esausto sguardo dall'interno.

Il 10 febbraio scorso si è festeggiato il primo giorno dell'anno del Serpente, premettiamo che quasi tutti i non cinesi (ma ormai con la facilità ad ottenere un visto turistico negli ultimi anni anche tanti cinesi) tendono a scappare dalla Cina, (in questo periodo i biglietti aerei costano tantissimo e non si trova posto negli alberghi) tutti gli altri ritornano nei loro paesi d'origine che sono quasi sempre ad ore ed ore di aereo e poi autobus da dove la maggior parte dei cinesi lavorano (le coste sono di fatto la parte più popolata del paese), le città si svuotano e tanti esercizi commerciali restano chiusi per alcuni giorni, cosa parecchio strana se pensate che tutti lavorano 7 giorni su 7.

Durante il capodanno impazziscono tutti....più impazziti di sempre! File lunghissime per trovare i biglietti di treno, autobus e aereo, ipermercati pieni di gadget con il segno dell'anno nuovo, con gadget intendo dalla saponetta alla carta igienica, dalla bibita alle buste di semini.

Sono ormai almeno 30 giorni che canticchio "Gong xi fa cai...Gong xi fa cai", che ormai fa parte del mio repertorio sotto la doccia, mi si è conficcata nel cervello a forza di sentirla in giro ovunque da ancora prima di Natale.

Questa è la mia versione preferita.



E' una festività molto molto sentita, quasi sempre l'unica possibilità che hanno in un anno di ritornare al paese e vedere le famiglie, durante queste festività si presentano i fidanzati, si programmano matrimoni, affari e si sistemano tutte le incombenze familiari.

Io sono molto contenta per tutta la loro eccitazione ed ho regalato bustine rosse (le famose  hóngbāo ) a tutti augurando buone feste e buon rientro a casa, ho comprato bustine di semi vari, ho sgomitato all'Auchan tra la folla inferocita per avere uno di quegli stemmi rossi scaccia spiriti da attaccare sulla porta, ho comprato anche un serpente peluches da tenere in casa come porta fortuna, ho fatto indossare i calzini rossi ai miei figli durante la ricorrenza del loro anno di nascita perchè Ayi era preoccupata che gli spiriti maligni potessero portarsi via la loro anima, ho fatto le foto alle lanterne e vado in giro augurando "Xīn Nián Kuài Lè" (buon anno nuovo) a tutti da ormai almeno 15 giorni, ci metto tutta la mia buona volontà a farmelo piacere questo cavolo di capodanno cinese ad integrarmi.

Ma se c'è una cosa che ad oggi non tollero più sono i botti....io capisco la notte di capodanno, dove non si fermano mai fino all'alba...capisco che per tradizione il quinto , il settimo, il nono e il quindicesimo giorno si spara comunque, ma oggi è il sesto giorno perchè continuate a sparare come fossimo in guerra.

Si vedono scene folli, camioncini pieni di scatoloni di botti, scatoloni e scatoli di Yuan andati in fumo, mettiamo che mediamente una famiglia spenda 1000 yuan che sono più o meno la cifra che i colleghi cinesi di Big hanno dichiarato di aver speso per i fuochi quest'anno, solo nel mio palazzo sono stati bruciati circa 8000 euro...una follia!

Solo in questo Compound ci sono circa una sessantina di palazzoni.....fate voi quanto rumore c'è stato nell'ultima settimana, una cosa da far uscire di mente anche il più assennato di noi.

Quando questa mattina dopo l'ennesimo risveglio da bombardamento il ragazzo al cancello mi ha augurato per l'ennesima volta nelle ultime due settimane "Xīn Nián Kuài Lè", l'ho fulminato con lo sguardo ed ho risposto con un educato "Buongiorno"(mentre nella mia testa pensavo Xīn Nián Kuài Lè un cazzo)....e facciamola finita con questo capodanno....che l'anno del serpente abbia finalmente inizio!



690bdc87-a191-48dd-85f9-f4f0a0e1ee31


Questa di Burberry, per festeggiare il capodanno cinese 2013, sarebbe l'unica Hóngbāo capace di riappacificarmi con i festeggiamenti.