martedì 26 febbraio 2013

Politica cinese

Ancora ai tempi del Bunga Bunga (bei tempi quelli), dove la notizia dei festini ribalzava da una testata straniera all'altra, specialmente quando cominciarono ad apparire le minorenni,  ebbi una discussione con la mia Laoshi di cinese,  che mi chiedeva cosa ne pensavo, risposi che non apprezzavo il personaggio e che non avevo votato per lui ma che alla fine "rispettavo" la scelta dei miei concittadini.

Lei mi guardò stupita con i suoi occhioni a mandorla e mi disse....

"Ma così il paese ne soffre, tutto il popolo ne soffre....a noi non sarebbe mai capitato!"

...mi dice alzando gli occhi al cielo.

Un pò offesa per il mio popolo ho ribattuto dicendo che loro vivono praticamente sotto dittatura, non vanno a votare e non possono scegliere,  hanno la censura, la pena di morte, non hanno la minima idea di cosa succeda realmente nel paese, noi abbiamo una Democrazia che ci è costata sacrifici e sangue, abbiamo una costituzione, possiamo informarci liberamente, da noi si è innocenti fino a prova contraria.

Lei mi riguardò stupita con i suoi occhioni a mandorla e mi disse....

"Ma tu sei proprio sicura che il popolo sia realmente capace di scegliere i propri governanti?".

No cara, carissima Laoshi...forse avete ragione Voi, con un pò meno Democrazia saremmo stati un paese più governabile!

12 commenti:

  1. I cinesi sono sempre stati estremamente saggi.

    RispondiElimina
  2. Questa volta non hanno torto....purtroppo.

    RispondiElimina
  3. Difficile non darle ragione...

    RispondiElimina
  4. Leggevo ieri su Twitter: "Un italiano su tre da ancora fiducia a Berlusconi. Ed è la causa delle bestemmie di due italiani su tre". Non so, se vuoi traducilo a Laoshi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uff....questa sarebbe dura da capire per chiunque, la povera Laoshi non è mai uscita dalla Cina, come faccio a spiegarle certe "stranezze" straniere...

      Elimina
  5. Non lo capiamo nemmeno noi, figurarsi spiegarlo alla Cina...

    Ciao GO', felice della tua visita e di averti "ritrovata"
    bloggamente parlando...

    RispondiElimina
  6. Da qualche tempo sono arrivata alla conclusione che la democrazia "sarebbe" la migliore forma di governo...se la cultura fosse capillarmente diffusa fra le persone. E per cultura non intendo avere una laurea...
    Mila

    RispondiElimina
  7. Credo che sarebbero necessarie delle prove attitudinali per il voto, un po' come per entrare all'università...

    RispondiElimina
  8. Che visione elitaria della società.
    Se non capite il voto forse non capite le istanze che ci sono nella società.

    RispondiElimina
  9. la prossima volta fa presente che io , lavorando per cinesi, ho dovuto installare su pc un programma che permette loro l'accesso a tutte le mie cartelle personali da mainland....fai te

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo serve a "controllare" te, il tuo lavoro?....non ho ben capito.

      Elimina