venerdì 27 luglio 2012

E la chiamano estate

Strana l'estate italica.... la guardo dai margini, quasi pronta a ripartire per la mia Patria adottiva.
Il marinaio mi aspetta sul Lago di Suzhou, al cuore ed ai marinai non si comanda!


Pizzo....pizzo e pizzo.... camicioni che neanche mia nonna si sarebbe messa, rivisitazioni di vecchie tendine ricamate, si trasformano in camiciole e gonnelloni, le italiane vogliono stare comode ma essere sexy, il "vedo non vedo" dei ricami può essere intrigante, ed ecco che  rispolveriamo i vecchi bauli per inventarci capi all'ultima moda.
C'è crisi? Ed ecco che mi ricicciano i vecchi merletti!


Italiani affamati dalla Dukan avidi di bresaola e petti di pollo, famelici come leoni nella savana, più un lavoro che una dieta, ma tant'è ....tutto diventa Dukan il pane e anche le brioches, un intruglio di maizena, uova, e avena....e lo chiamano pane, una volta la chiamavano estate!
Italiani molto costipati, (e te credo...bresaola, pollo e avena) viste le innumerevoli pubblicità di lassativi e supposte miracolose, gli italiani hanno un "peso" e non riescono a liberarsene...lode ai pubblicitari ed alle loro "trovate".

Gli italiani sono in "ansia" per la figlia della della Fico sarà colorata o palliduccia? Riusciremo a vivere con questo dubbio?
Ma anche per Anastasia Grey, quella delle "sfumature", il caso editoriale di ques'estate....la piccola Ana passata in una settimana da vergine a regina del pompino, (scusatemi il linguaggio ma a volte ci vuole)....come finirà questo amore "in tutti i luoghi e in tutti i laghi" 1500 pagine di lui nelle mutande di lei e viceversa, almeno con gli Harmony in 50 pagine ci siamo tolte lo sfizio...ma vedrete riaccenderà il "fuoco" del talamo e l'anno prossimo un sacco di nascituri alla faccia della crisi! (...pare che in Inghilterra sia davvero andata così).

Tanti Braccialetti di Plastica fluorescente e all'uncinetto, sulle braccia di tutte grandi e piccine,  che alla faccia della crisi costano un botto....io mi tengo lontana dalle edicole quando c'è in giro Princi, in un'attimo ti trovi a spendere 10 euro in braccialetti di pizzo (anche quelli...), ma le edicole non vendevano giornali, ormai quelli li leggiamo sull'Ipad e in edicola troviamo molte cosette inutili....e tanti "gratta e vinci"...c'è la crisi e Voi mi insegnate che i sogni costano da due euro in su!

I canali per ragazzi sono pieni di telenovelas spagnole che se ricordo la Veronica Castro di "Anche i ricchi piangono" che la nonna Maria si guardava ogni santo giorno, stiamo parlando di una santarella in confronto a Flor che incanta le teenager con amori clandestini,gravidanze indesiderate e principi poco azzurri e parecchio stupidi.


Ma vabbè a parte tutte le difficoltà vere ed un pieno di benzina a 81 euro (no...no...non ho comprato una Ferrari è sempre la vecchia punto rossa, sì lei...quella senza aria condizionata)....gli italiani riescono ancora a divertirsi e a riunirsi nelle piazze per lo spritz e per le chiacchiere...uno strappo alla Dukan il sabato sera si può fare, la cena non ce la possiamo permettere (un pò la dieta un pò la crisi) ma uno Spritz in piazza San Giacomo non ce lo facciamo certo mancare!
Salute!