martedì 28 febbraio 2012

Il Barbiere Filosofico




Negli ultimi mesi il Signor Big si fa la barba in maniera, diciamo così,tradizionale....la domenica mattina, giornata nella quale può dedicare un pò di tempo a se stesso, si chiude in bagno con tutti gli attrezzi del mestiere e comincia a farsi la barba, operazione piuttosto semplice se fatta con un rasoio trilama, un operazione lunga e perigliosa se fatta invece con i vecchi attrezzi da barbiere.

Il rasoio da PsicoKiller, che si è procurato su TaoBao, va associato a tutta un'altra serie di ageggi, una lunga striscia in pelle per l'affilatura, pennelli, ciotolina per la saponata, crema pre e post rasatura e altre cose che non mi è dato di sapere, il BiondoMarito parte attrezzato di tutto punto e riemerge dalle sue abluzioni mattutine dopo almeno una trentina di minuti.

Nell'uscire da bagno si mostra sempre un pò imbarazzato, perchè? 

Ma perchè sembra riemerga da uno scontro fra titani, il viso e il collo tutti graffiati, il volto sanguina in più punti, solitamente cerca invano di tamponare con pezzettini di carta assorbente, negli ultimi periodi avendo preso pratica con l'aggeggio malefico i graffi sono  diminuiti, ma la mia domanda resta la stessa da mesi.

Perchè il BiondoMarito si massacra l'angelico visino ogni domenica mattina?

Autolesionismo?

Anch'io ci ho pensato vedendo l'indomita costanza che ci mette nel massacrarsi gli zigomi...

"Perchè lo fai....perchè ti riduci così? Sembra tu sia finito sotto le grinfie di un gatto incazzato."

"Perchè farsi la barba così è un modo per prendersi cura di se stessi!"

Ma se sei tutto sanguinante....che concetto hai di "Cura".

Mi guardo allo specchio, mi guardo e mi vedo, vengo a contatto con il mio io più profondo, faccio le smorfie per far scorrere meglio il rasosio e mi guardo nelle mie varie espressioni, mi metto la schiuma e ragiono sul mio essere io, sul tempo che passa, su noi due e sui ragazzi che crescono in fretta... mi racconta il tutto guardandomi con occhi languidi e visetto insanguinato!

Per voi donne è più semplice, avete tante creme da mettervi e passate tanto tempo con voi stesse...certo che ne abbiamo di creme e non pensiamo filosofico quando ce le spalmiamo, ma piuttosto banalmente ....spianerà le rughe? Eliminerà la cellulite ostinata? Farà veremente quello che prometteva la pubblicità? Dimostrerò 10 anni di meno? Acquisterò quel bel colorito che fa tanto Caraibi?

Filosofia da bagno....Nò, quasi mai.... di solito abbiamo sempre qualche figliolo che deve entrare o che ha bisogno urgentemente di un consiglio, che non trova le magliette nel cassetto, che ha fame o bene che ti vada solo sete!

Ma io mi dico....per fare questo bisogna mica massacrarsi la faccia, la filosofia spicciola....l'elogio alla lentezza si può fare in ogni momento, non serve fare atti di autolesionismo nè usare il rasoio da PsicoKiller, che senso ha retrocere ai vecchi rasoi dopo che quel gran pezzo del Beckham ti ha iniziato al trilama?

Siete ben strani Voi maschi, riuscite a complicarvi la vita facendo cose banalissime, mancate di senso pratico...ma alla fine sono contenta, poteva andarmi peggio...a parte non chiedere indicazioni e avere soggezione/devozione del meccanico....direi che quasi quasi non mi posso lamentare!

5 commenti:

  1. Mio marito usa sempre il rasoio elettrico, per fortuna!

    RispondiElimina
  2. bhè però dai... quel set da barba lì fa molto old style. direi chic :-)

    RispondiElimina
  3. Io mi riduco cosi' anche con la lametta moderna :)

    RispondiElimina
  4. Ciao, ti seguo da un po' sul tuo interessante blog ed ora che si prospetta un trasferimento in Cina con prole al seguito proprio dalle tue parti, chiedo gentilmente un tuo parere da "veterana" in materia.Quando presumibilmente ci trasferiremo, mia figlia compirà sei anni e quindi inizierà a frequentare le scuole elementari internazionali. Secondo te, considerando che dopo due o tre anni rientreremo in Italia e quindi a otto anni dovrà imparare da zero o quasi la grammatica italiana e tutte le materie che da noi si studiano, come se la potrà cavare?Mi sembra di capire che chi inizia un percorso scolastico all'estero di solito lo continua, prolungando la permanenza proprio per evitare poi dei disastri una volta rientarati, ad eccezion fatta per chi invece frequenta le scuole italiane,dico bene?Mi piacerebbe sentire un tuo parere.Un abbraccio
    Anna

    RispondiElimina
  5. ....in realtà io credo che loro si adattino bene ad ogni situazione, certo al rientro saranno come stranieri in patria, ma l'esperienza che avranno vissuto sarà preziosissima per sempre, qui a Suzhou c'è la scuola italiana il sabato mattina....in alternativa prenditi il sabato per fare italiano, io ero partita con la didattica per i miei ed inoltre all'inizio frequentavano anche la scuola italiana....certo rientrare non è facile, ma io non ci penserei su due volte a fargli fare comunque questa esperienza....comunque scrivimi su facebook o alla mail per ogni altro problema!
    A presto!
    Donatella

    RispondiElimina