sabato 17 dicembre 2011

Tempi sospesi e auguri di Natale




Siamo ancora qui....ma i nostri impegni natalizi cinesi sono stati portati a termine, ho fatto gli struffoli e riempito calzette per la Festa di Natale dei Bambini Italiani, ho brindato con tanti amici, ho pianto al concerto di Natale dei bambini di SSIS....quindi questo è il solito tempo sospeso che capita ogni anno, vorrei già essere da qualche altra parte.





Approfitto di questo tempo sospeso per tirare le somme di quest'anno...

Se mi guardo solo un attimo indietro mi rendo conto di quanto è stato fatto in questo anno, di quanto sono cresciuta, di quando ho viaggiato per il mondo e dentro di me, di quanto mi hanno arricchito i paesaggi Balinesi, quanto mi ha emozionato rivedere la mia famiglia siciliane, la terra rossa disseminata di ulivi e carrubi, e di quanto ho sentito vicina la mia mamma, lo stupore infantile difronte ai templi di AngorWat e la cotta adolescenziale per il popolo cambogiano.

Quanto abbiamo fatto, perchè alla fine sono convinta che sono sempre le esperienze che contano i ricordi che ci creiamo e quelli che lasciamo di noi....non avremo mai tante cose e anche quest'anno girerò con la mia vecchia Punto Rossa senza aria condizionata, ma alla fine che mi importa, un viaggio in più una macchina in meno, meglio per me e anche per madre natura!

E poi i miei ragazzi sono diventati grandi, in un anno sono cambiati tantissimo, due adolescenti in giro per casa....non è facile neanche un pò, e sono sempre più felice che questo tipo di vita mi regali del tempo libero da passare con loro ad ascoltare e chiacchierare, a fare i compiti e a rispondere a domande strane, tempo per accogliere amici rumorosi e assistere la Principazza nei numerosi cambi d'abito oltre che al trucco e al parrucco.

Bilancio positivo?
Ma sì, se oltre a quello che la vita ci offre ci mettiamo anche noi ad essere negativi....positivo, certo viviamo come color che sono sospesi, per dirla come Dante, ma questi sono gli imprevisti del mestiere, ma per il momento siamo qui e adesso, godiamoci il momento....sono un pò cicala? 

Vi ho già detto che anche quest'anno patirò il caldo d'estate e morirò di freddo di inverno nella mia non più fiammante Punto Rossa?

Auguri a tutti Voi, a tutti coloro che hanno viaggiato con me, alle belle persone che ho conosciuto quest'anno proprio tramite il mio Blog, e soprattutto a quelle che sono diventate amicizie reali, Auguri ai bambini viaggiatori e viaggianti che incontro ogni giorno, loro sono una forza della natura si adattano alle situazioni più imprevedibili accettano tutte le culture senza preconcetti, si inseriscono in realtà nuove e totalmente diverse dalle loro....bambini che dal paesino di campagna italiano passano alla grande scuola Internazionale di Suzhou, cantano e ballano canzoncine natalizie in una lingua che non è la loro su di un grande palco multietnico e vivono quotidianamente una realtà scolastica lontanissima da quella vissuta fin'ora....io Vi ammiro tantissimo, ammiro la Vostra timida spigliatezza, le Vostre amicizie colorate, le Vostre chat su Skype in tre lingue differenti, la vostra semplice presa di coscienza nello essere cittadini mondiali....l'Italia è il focolare che sempre Vi accoglierà ma il Mondo,  tutto il mondo sarà la Vostra casa!

Auguri di uno splendido Natale a tutti Voi!

Noi ci risentiamo dall'Italia.


6 commenti:

  1. Bellissimo post. Mi commuovo perchè è il primo anno che non passerò Natale con mia figlia. Lei diciasettenne sola a Xiamen, andando a scuola il giorno di Natale perchè festeggeranno i 25 anni di fondazione della scuola...Spirito di adattamento dei ragazzi.
    Loretta

    RispondiElimina
  2. Grazie, contraccambio gli auguri!
    Da noi in Turchia Natale è un giorno di festa solo perché quest'anno cade di domenica! Non abbiamo ancora il nostro albero che deve arrivare con il container (dopo tre mesi e mezzo di viaggio!), ma va bene così!

    RispondiElimina
  3. Credo che il Nostro Natale dobbiamo portarcelo dietro, io festeggio qui con gli amici suzhouesi per lasciare ai miei figli tradizioni natalizie da espatrio e poi ovviamente a casa con la famiglia e gli amici....Loretta io ti abbraccio forte perchè da mamma ti capisco benissimo, io ho due cittadini del mondo che viaggeranno e studieranno chissà dove e certo ogni tanto li vorrei più domestici....ma poi li guardi dal di fuori e ti dici che è giusto così, il mondo sarà un posto migliore proprio grazie a loro!
    Auguri cari e un abbraccio forte!

    RispondiElimina
  4. "Essere cittadini del mondo", questo è ciò che dobbiamo insegnare ai nostri figli più di ogni altra cosa...sia in Italia che altrove!

    RispondiElimina
  5. Sono assolutamente d'accordo con te....ovunque ci troviamo!
    Auguri!

    RispondiElimina
  6. In ritardo, ma auguri di un un nuovo anno sempre in evoluzione, così come è stato finora.
    Per noi l'anno è cominciato con una notizia bellissima!!!
    p.s. Le tue scarpette presto avranno un padrone :-)

    RispondiElimina