venerdì 12 settembre 2008

IL PANETTONE





http://blog.chinesehour.com/wp-content/uploads/2007/09/moon_cake.jpg

E' quasi "Natale", noi abbiamo la stella cometa, che porta la lieta novella, loro hanno la Luna, la prima Luna d'autunno, un coniglio generoso, una donna curiosa, uno studente pigro, e mille altre credenze indecifrabili perfino se te raccontano in Inglese, le strade si stanno riempiendo di lanterne rosse, le aiule sono tutte molto curate, la città ha l'aria della festa, un pò come in Italia nel mese di dicembre.


Al supermercato, ormai da quasi un mese ci sono corsie piene di scatole colorate che contengono al loro interno le Moon Cake, che sono i dolci tradizionali delMoon Festival, che quest'anno cade il 14 di settembre, tutti ne comprano tante scatole,  e quasi come il nostro panettone.
 Siccome richiedono una preparazione molto lunga, quasi nessuno li fa in casa, li vendono un pò ovunque, nei mercatini, le bancarelline per strada, li vendono anche nelle pasticcerie, e allo Starbucks.
 Ci sono sia le scatole eleganti e costose, sia le singole tortine vendute a peso, quest'ultime sono quelle che la gente compre con più facilità, essendo molto più economiche,quindi nei supermercati si creano delle code lunghissimi di persone in fila che aspettano il loro turno per pesare le Moon Cake, si crea un affollamento veramente incredibile, come nei nostri centri commerciali a Natale.
La Moon Cake è una piccola tortina ripiena con una specie di pasta di mandorle, in realtà è pasta di loto, un ingrediente molto prezioso, che può venir sostituito da pasta di fagioli rossi, all'interno ci aggiungono anche frutta, rossi d'uovo, soia, carne, il ripieno è di due o più colori a forma di pallina per simboleggiare la luna, invece allo Starbucks hanno una specie di crema alla vaniglia o alla cioccolata.
Se sarete così coraggiosi da assaggiarne una, vi troverete in bocca una crosticina frollosa, come un biscotto, e una pasta di marzapane densisima, non troppo dolce, che vi immobilizzerà la bocca, voi sorridete è la cosa migliore, ed intanto guardatevi intorno sperando in una tazza di tè.
Sulla superficie di questa tortina vi sono impressi i caratteri cinesi,  che simboleggiano longevità e armonia.
Il giorno del Moon Festival si va fuori a fare i pic-nic è a guardare la luna piena, cercando di carpire segni propiziatori dalla sua forma.
Durante questo periodo la città si riempie di lanterne rosse, le fabbriche sono chiuse ed i cinesi possono godersi qualche giorno di ferie.

http://kimoto.cc/ykk/geppei-yolk-section.jpg

Ci sono diverse storie su questa festa, e tutte più o meno pittoresche, si narrà di un coniglio che si è fatto ardere vivo, per sfamare tre saggi, o anche di una concubina che ha ingerito una pillola dell'immortalità destinata al marito ed è così rimasta a fluttuare in eterno sulla luna, o di uno studente pigro costretto sulla luna a potare un albero magico, che continua a crescere incessantemente...io, non me ne vogliate, preferisco l'albero di Natale e il vecchio caro Babbo Natale con le sue simpatiche ed instancabili renne.

Nessun commento:

Posta un commento