mercoledì 14 maggio 2008

Farmacia Cinese


Premettiamo, che tutta la famiglia golosa è partita super vaccinata, anche perchè il periodo di permanenza in Cina sarà abbastanza lungo...
Sarà il cambio d'alimentazione, sarà la salsa di soia, sarà la buonissima frutta tropicale (veramente economica), a Mammagolosa è venuto un gran mal di stomaco, me lo sono tenuto ben stretto per due giorni di seguito, senza dire niente a nessuno, perchè conosco Big, io stò male e lui somatizza, e che i bambini golosi sono molto apprensivi...
Ieri non ho resistito ed ho chiesto a Big dove potevo trovare una farmacia...panico nella sua voce....
...in che senso una farmacia...
...nel senso di una farmacia...
...cosa è successo?...
...Mal di stomaco...bla...bla...niente di che...magari mi serve un gastroprotettore....
...ti porto in ospedale...
...no...credimi...basta una farmacia...
Le farmacie cinesi non hanno niente a che fare con le nostre, gli addetti hanno il camicie,come da noi, e ci sono le vetrine, come da noi,(non sempre troppo pulite) piene di scatolette colorate, dai principi attivi abbastanza dubbi, ma il vero problema non è questo, il vero problema è come spiego ad un farmacista che quasi sicuramente non parla inglese i miei sintomi?
Ieri sera è cominciata la peregrinazione, prima di tutto siamo andati da un collega sposato con una cinese a farci scrivere su un foglietto i sintomi, e anche un appunto per il tassista, che ci lasciasse vicino ad una farmacia.
Con il taxi siamo arrivati fino ad un incrocio, ma di farmacie neanche l'ombra, probabilmente il tassista non sapeva leggere (cosa non rara), comunque siamo scesi, ed abbiamo chiesto informazioni ad un gruppetto di poliziotti, i quali ci hanno mandato ognuno in una direzione diversa.
La famiglia golosa non demorde, abbiamo chiamato una segretaria e le abbiamo passato il nuovo tassista, al quale lei ha spiegato che volevamo andare in una farmacia, finalmente ci siamo trovati difronte ad un negozietto, dalle vetrine molto sporche, con le insegne verdi tutte in cinese,  gli scaffali erano  pieni di scatoline colorate, dietro il bancone un uomo sorridente con un camicie bianco non troppo lindo, al quale abbiamo consegnato il biglietto, sul quale c'erano scritti tutti i sintomi, l'ha guardato, ha annuito si è girato ed ha preso una bella scatolina colorata con su scritto"TALCID", sulla quale c'erano scritti i sintomi che curava anche in lingua inglese, fortuna della fortune, direte voi, peccato che il bugiardino fosse tutto in cinese, quindi dosi e posologia le abbiamo lasciate all'immaginazione, almeno fino a casa quando mi sono assicurata, guardando su internet, che il farmaco servisse realmente per il mal di stomaco.
Tutto a posto per Mammagolosa il farmaco a funzionato a meraviglia, il mal di stomaco è passato!

Nessun commento:

Posta un commento