lunedì 7 gennaio 2008

Cronaca di un matrimonio cinese




UOVO D...un paio di minuscoli piedini calzati in scarpe rosse di strass luccicanti, i tacchi altissimi sostenevano un corpo minuto quasi da adolescente, una pelle perfetta chiara e lucida...le scarpe rosse si scontravano con l'abito bianco di foggia banalmente occidentale, bianco, che per i cinesi dovrebbe essere il colore del lutto...lui un ragazzone sorridente (ovviamente) infilato in un abito elegante da cerimonia, giacca, cravatta e fiore all'occhiello...all'ingresso del grande albergo che ci ha ospitato c'erano le foto degli sposi in abito tradizionale, lei splendente in un abito rosso l' acconciatura tradizionale, in piedi dietro al marito seduto in un piccolo trono, vestito in giallo oro...quindi, i matrimoni cinesi sono un insieme di modernita' e tradizione, il rito nunziale si basa su due registri culturali, cinese ed occidentale contemporaneamente,in realta', pero' dal punto di vista burocratico si sono sposati qualche giorno prima dell'effettiva cerimonia, e da qualche anno la procedura statale per il matrimonio si e' molto semplificata, bastano solo i documenti d'identita', prima serviva addirittura un certificato di buona salute rilasciato dal datore di lavoro....sul nostro invito e' stampata un ora precisa per l'inizio della cerimonia 5 e 18 minuti, l'ora viene stabilita interrogando un oracolo che decide qual'e'  l'ora piu' propizia per l'inizio della vita matrimoniale. Gli sposi ti attendono all'ingresso, ti stringono la mano e ti ringraziano per aver accettato il loro invito, poi ti indicano la strada per arrivare alla sala dove si terra'  il banchetto, bisogna passare sotto un arco di rose bianche a forma di cuore...nella sala c'e' un palco molto decorato con festoni, fiori, e l'immensa torta nunziale in plastica, dopo che tutti gli invitati sono stati accompagnati al tavolo, il maestro di cerimonia annuncia l'arrivo degli sposi....si abbassano le luci....suonano le campane (ovviamente registrate)....marcia nunziale....riflettori puntati sul fondo della sala....ecco gli sposi....applausi....salgono sul palco e il maestro di cerimonia racconta una breve storia della coppia, intanto sui tavoli appaiono numerosi pacchetti di sigarette....per la fortuna pare....e dei piccoli maialini rosa di peluches confezionati con dei finti ferrero roches....sul palco intanto gli sposi si sono inchinati ai genitori, e alla sala e per ultimo si inchinano anche uno difronte all'altro, poi rompono un grosso uovo d'oro da cui escono gli anelli nunziali, tagliano la finta torta, e infine versano lo champagne, in una piramide di coppe, dentro i bicchieri ci sono dei finti cubetti di ghiaccio con dei led che si illuminano quando vengono bagnati...alla fine dello spettacolo sul maxischermo che e' sul palco, cominciano a scorrere le immagini degli sposi...li ho visti con i mulini a vento, con i totem indiani, con la Tour Eiffel, in un campo di girasoli, su una spiaggia caraibica, e in tantissime altre pose poco naturali, si saranno cambiati d'abito almeno dieci volte. Mentre il maxischermo proponeva il loro viaggio virtuale intorno al mondo, gli sposi hanno cominciato a fare il giro dei tavoli, che saranno stati almeno venti da dieci persone l'uno, per il brindisi e per ringraziare nuovamente, intanto a noi veniva servite la cena...prima,, degli antipasti che erano gia' sul tavolo, gamberi, qualcosa che a vista ricordava la trippa, ma continuavano a dirmi... sea food...delle verdurine abbastanza gradevoli ma non so dirvi cosa fossero, stomaci di gallina serviti tipo insalata,GRANDE PISELLO FRITTOpoi hanno portato un brodo di gallina...con la gallina intera dentro...i ravioli al vapore...fortunatamente...un'anatra con tutto il becco...delle frittelline rotonde che sembravano molto invitanti, continuavano a dirmi very good...e grande pisello...mi sono lasciata convincere ed effettivamente l'interno era verde...molto verde... non erano piselli, ma una sorta di olio densissimo con un saporaccio petrolifero...comunque fra lo sconvolgimento di tutto il tavolo che era prevalentemente di europei, ho assaggiato quasi tutto...alla fine ti danno un mandarino e portano del riso...la cena e' finita....la torta?????....ma vi ho detto che era di plastica....in realta' l'invito si compone di tre parti, il cartoncino rosso con l'ora e il posto, un buono per ritirare un dolce in pasticceria, e una busta rossa (laisi), da utilizzare per il regalo degli sposi, niente cucchiaini d'argento quindi, si puo' regalare solo denaro...i genitori degli sposi passano per i tavoli all'arrivo del riso e dei mandarini fanno un'altro brindisi,, raccolgono i laisi e ringraziano gli invitati. BANCHETTO NUNZIALEGli sposi  sono ormai felici e distrutti, la sposa si e' cambiata d'abito tre volte...adesso e' in rosso, perfetto con le sue strepitose scarpe alla Jessica Rabbit, non hanno ancora toccato cibo ma ormai e' troppo tardi...perche' ai mandarini tutti si alzano, si vestono ripassano sotto l'arco a forma di cuore e si avviano verso l'uscita....e magicamente i due sposini insieme ai genitori sono di nuovo nella hall per inchinarsi,, ringraziare e farsi scattare le ultime foto....tempo totale di tutto questo spettacolo due ore....niente male...siamo riusciti anche ad andare a cena....
PrincipessaC era incantata...
"..anch'io vorro' un matrimonio cosi'"... 
"....amore si dice vorrei..."
"....no, mamma lo vorro' sicuramente..."
...sempre piu' preoccupante .

Nessun commento:

Posta un commento