mercoledì 23 giugno 2010

ITALIANITÀ ED INGLESI MOLESTI



Domenica scorsa Mammagò e consorte sono andati a vedersi la partita nella pizzeria degli Italiani, dove erano stipati più o meno tutti gli italiani di Suzhou un 200 persone non di più,  atmosfera fantastica, bandiere e striscioni, voci di casa,  pizza sul tavolo, imprecazioni in ogni dialetto conosciuto e non, cori da stadio, unico neo....un inglese molesto.
Molesto nel senso che era molto ubriaco e socievolissimo per essere un freddo inglese del Nord. A passato la serata abbracciato a Mr Big, facendogli presente che lui tifava per la Nuova Zelanda, spiegando per filo e per segno ad un attonito Big che la Nuova Zelanda faceva parte del Commowealth Britannico, inoltrandosi in una disquisizione sul colonalismo inglese e sui benefici che questo aveva avuto su tutto il mondo creato.

Mentre un folto gruppo di italiani cercava di guardare la partita, cantare l'inno e sacramentare contro ogni alito di vento e fischio di arbitro.

Big cercava timidamente di fare presente che cercava di vedere la partita che del colonialismo britannico poteva forse parlare con le cameriere filippine che erano sicuramente  più interessate di lui, ma l'inglese imperterrito con la mano sul cuore cercava di appiopparci un pippone sulla madre patria (la sua), sul colonialismo e sulle patatine con l'aceto.

Mentre io fremevo sulla sedia e subivo il "brutto" gioco dell'Italia lui continuava a ronzarmi nelle orecchie, infastidendomi parecchio, anche solo per il fatto di parlare inglese in una serata in cui ti aspetti di sentir parlare esclusivamente italiano...

"Amico inglese....per favore puoi startene un pò zittino?"
"Scusa...scusa, non volevo disturbarti!"

...e meno male che abbiamo riacquistato un pò del fatidico aplomb inglese.

Dopo due minuti....

"Vedrete che perderete, i neozelandesi sono più forti, si sono temprati nelle praterie, mangiano carne di pecora sono forti e agili, uomini veri.... il Commonwealth Britannico è un istituzione importantissima...bla...bla...bla...."
"Ma non avevi detto che stavi zittino..."
"Scusa...scusa, non volevo disturbarti!"

...e meno male che abbiamo riacquistato un pò del fatidico aplomb inglese.

Dopo due minuti....

"W New Zealand....W New Zealand..."
"Amico inglese....forse tu annebbiato dall'Alcool non ti rendi conto di essere circondato da italiani, la partita non è neanche bellissima, quindi magari il tuo improbabile tifo e le digressioni sul Commwealth Britannico, a breve non saranno proprio ben gradite!"

....dopo qualche minuto di silenzio l'inglese ricomnicia con la solita solfa....

"Amico inglese....per favore puoi startene un pò zittino? A scuola (ma anche le puntate di Friends) non ti hanno insegnato che non si disturbano gli italiani affamati e quelli che guardano la partita?  "
"Scusa...scusa, non volevo disturbarti!"

...e meno male che abbiamo riacquistato un pò del fatidico aplomb inglese....

Dopo altri due minuti stessa solfa....

"Amico inglese, "Tu sai che significhi la parola "paliatone"?"(citando testualmente Totò)
"Si conosco....conosco....quel dolce che si mangia per Natale in Italia..."
"Amico inglese....tu si che ne sai dell'Italia, ma non parlavo di quello....ma per favore lo dico per il tuo bene stai un pò zittino!"


Ecco questa è stata più o meno la nostra partita, quanta sopportazione ci vuole a guardare una partita così, in queste precarie condizioni...

La partita  della Nazionale deve essere nessuno per strada, le Tv tutte sullo stesso canale, serate caldine finestre aperte, ed un vociare unico per ogni bella azione e magari odore di griglia nell'aria, e poi fra il primo e il secondo tempo tutti i commissari tecnici del condominio che si incontrano per la sigaretta decidendo le sostituzioni e gli schemi per il secondo tempo....non uno che mi speghi i principi del colonialismo Britannico.

Stò diventando antipatica ho bisogno di tornare a casa!

Nessun commento:

Posta un commento