martedì 8 giugno 2010

ANIMALI DOMESTICI



Gatto alato
questo è il link del Telegraph



 
In questo meraviglioso paese, lo stesso nel quale per la maggior parte di Voi si mangiano i cani, avere un animale domestico è un'esperienza fuori dal comune.
Ci sono strade intere dedicate ai nostri piccoli compagni, negozi e negozi, pieni di inutili amenità animalesche, i Vostri amici pelosi potranno vestirsi da Ballerina o da Calciatore, vivere in un castello fatato o in un maniero medievale,  essere trasportati in borse veramente posh, calzare scarponcini intontati alla giacca, mangiare croccantini al tè verde e rilassarsi con essenza ylang ylang, avere un taglio di pelo all'ultima moda e anche le unghie colorate...cosa non si fa per i nostri piccoli amici, nello stesso paese in cui secondo l'occidente si trovano carne di cane e cervelli di scimmia al ristorantino sottocasa, gli animali sono un lusso, e parlando di lusso ecco che si va incontro ad una fiera dell'inutile.

Avendo io un piccolo gatto, femmina, ed essendo il suddetto gatto della Principazza, sono diventata parte attiva di questo assurdo mercato, quindi la micia ha tutto rosa, dalla cassetta (e ovviamente sabbia rosa superinglobante con palline rosa antipuzza), ciotola, tappetino, trasportino, collarino, mi sono rifiutata di comprarle le sopraunghie, una copertura per le unghiette, mi sembra di aver capito che si applichino con una speciale colla così il gatto non ti può graffiare ne rovinare i divani di casa, anch'esse si trovano  rosa...o di mille altri colori, da intonare al pelo o alla ciotola del malcapitato animaletto.

Io e il piccolo Xiao Mao siamo anche andati dal veterinario, lungo la strada tutti, ma proprio tutti mi hanno fatto i complimenti per la sua insuperabile bellezza "Hao Kan...Hen hao kan..." (è bello da guardare, è veramente bello da guardare), neanche avessi sottobraccio l'ultima tigre rimasta e non uno spelacchiatissimo gatto trovatello, tutti si sono dispiaciuti quando dicevo loro che andavo dal dottore, per risollevarsi un attimo dopo quando cercavo di spiegare che erano solo vaccinazioni.


Il dottore (una simpatica signorina in camice rosa), si è profusa in complimenti per cinque minuti prima di cominciare la visita, la prima domanda, quella che ti fa ogni dottore
 appena ti vede e che ha un importanza fondamentale per tutto il mondo asiatico è stata...

"Come fa la cacca il tuo bellissimo Xiao Mao?"
 
Ecco lo sapevo.... non ero preparata a questa domanda, dovevo aspettarmelo ma non ero preparata, fortunatamente, lei vedendomi in difficoltà mi ha dato una serie di opzioni, così scelgo dalla lista quella che mi sembra più plausibile...

"...si quella lì, stretta e lunga..."

Si passa alla visita e alla vaccinazione, poi mi chiede...

"...lo vuoi anche lavare?"

"Scusa....forse non ho capito?"

"Lo vuoi lavare?

"Certo che non lo voglio lavare... è gatto...ed i gatti non si lavano...noi in Italia i gatti non li laviamo, piuttosto Voi perchè lavate i gatti?"

"Semplice...perchè sono sporchi!"

"Piuttosto Voi italiani perchè non lavate i gatti?"


...già perchè noi non laviamo i gatti?

Nessun commento:

Posta un commento