mercoledì 11 novembre 2009

SPOGLIATOI



La palestra è un'ambiente che non ho mai frequentato troppo volentieri, non mi piace perchè mi rende un pò ansiosa, ogni volta che mi iscrivo in una palestra, comincio a desiderare ogni sedere senza cellulite che vedo nello spogliatoio, comincio a desiderare di correre più veloce, di fare più step, desidero provare ogni dieta che mi capita di sentire, ogni crema e ogni miracoloso massaggio, per poi finire tristemente delusa dall'evidenza dei fatti...in natura nulla si crea e nulla si distrugge quindi la mia cellulite se ne stà ben ancorata sul mio sedere, e la mia tessera dopo un pò finisce tristemente in un cassetto.
Tutto questo intro per dirVi che è arrivato quel momento dell'anno, il momento di iscriversi in palestra, qui non c'è molta possibilità di scelta, una è all'interno del compound ed è frequentata solo da expatlady, e poi ce ne sono altre due non molto lontane da casa, una molto attrezzata per il Body Build, frequentata soprattutto da Expatman che fanno sollevamento pesi, e l'altra frequentata soprattutto da Chineselady.
Continuando il mio progetto di cinesizzazione, mi sono iscritta in quest'ultima, con estrema difficoltà sono riuscita a trovare una signorina che parlasse inglese, la quale,  mi ha illustrato tutti i corsi della palestra e su tutte le specialissime macchine di cui è dotata, ci sono veramente corsi ad ogni ora del giorno, dallo spinning allo Yoga, ma anche il le arti marziali, e il Tai Chi con i ventagli e le spade, la danza del ventre e il body balance ( dove si tiene in equilibrio una immaginaria palla di energia).
E' un concetto diverso di palestra, soprattutto perchè non capisco le istruzioni, che sono ovviamente tutte in cinese, le discipline sono diverse dal solito e posso provarle tutte anche se mi sento come una scimmietta che ricopia, le cinesi sono bravissime, magari anche perchè capiscono le istruzioni, io sono più o meno sempre un paio di passi indietro, ma va bene sarò costretta ad imparare il cinese più velocemente, e magari io donna dai due piedi sinistri con i ventagli e la sfera di energia migliorerò la mia coordinazione.
La parte migliore di tutto però resta lo spogliatoio...lo spogliatoio cinese non mi da l'ansia, non voglio il sedere di nessuno, non invidio la biancheria intima, e non voglio conoscere le diete, le creme che usano ed i massaggi che fanno, ho trovato una sorta di serenità nello spogliatoio, che magari farà si che questa volta sia un'esperienza di più lunga durata.
Decisamente non mi crea l'ansia, sembra più una colonia penale che uno spogliatoio, le schiene sono tutte Ghuashate, o hanno i succhiotti delle coppette, i sederi sono senza cellullite, questo è sicuramente un merito ma sono solitamente piuttosto piatti e contenuti in orribili mutandoni color pelle, modello Bridget Jones, che vengono poi ricoperte dalle mutande con la gamba lunga, le creme che usano puzzano di misture erbacee, certo essendo l'unica occidentale nello spogliatoio mi sento un pò osservata, ma evito di spogliarmi e la doccia me la faccio a casa...quindi forse il mio nuovo abbonamento verrà sfruttato molto più degli altri.

Nessun commento:

Posta un commento