mercoledì 18 marzo 2009

PASSEGGIANDO A SUZHOU



Le belle giornate di qesta ritrovata primavera cinese hanno stimolato la mia voglia di esplorare i dintorni, e di cercare nuovi squarci Suzhouesi...credo di essere riuscita nel mio intento, in questi due giorni ho esercitato il mo cinese sul campo e sono stata circondata da cinesi pazienti che hanno ripetuto come una cantilena le parole che volevo imparare, al mercato abbiamo avuto anche uno scambio culturale sui numeri, loro mi hanno insegnato a contare in cinese (anche se io so contare, ma pare che i miei toni non fossero proprio giusti) ed io ho insegnato loro a contare in inglese...


L'ingresso al tempio, che si trova proprio al centro della strada pedonale, e' sempre molto affollato di devoti...

...questa sorridente vecchietta piegava dei fogli di alluminio sottilissimi creando delle barchette, da bruciare negli incensieri, per aiutare i desideri ad arrivare fino al cielo...
Ho il periodo Tetto...sopportatemi, io li adoro e li immagino brillanti sotto la luce del sole, del vero sole, quello che magari splendeva anche qui fino agli inizi del novecento, ed immagino le dame nelle loro vesti fruscianti aggirarsi tra questi padiglioni....

Tetti e ancora tetti...
tetti e dragoni...non sono meravigliosi?
E' guardate che altre meraviglie si incontrano passeggiando nella citta' antica, i loro occhi continuano ad incantarmi...sono stregata...esiste il mal d'Asia?


Il mercato delle piante e degli animali...

Perdonatemi la qualita' della foto...ma guardate i pesci disegnati...come faranno?


Questa invece e' una delle cose piu' truci che abbia mai visto...ancora piu' dei pesci colorati....

 

Si mangiano veramente qualsiasi cosa, e davanti  al banchetto c'era una bella fila...veramente mi hanno fatto venire i brividi.

Nessun commento:

Posta un commento