lunedì 31 marzo 2008

AmicaGolosa




...Amicagolosa è arrivata in treno per passare qualche tempo con noi...
...è bastato che Mammagolosa avesse la voce un pò più spenta del solito per farla arrivare in soccorso...
C'è sempre stata tra noi un empatia molto forte, un tempo abitavamo sullo stesso pianerottolo e la nostra era diventata una famiglia allargata, poi i percorsi emotivi ci hanno allontanato, e adesso viviamo in due città diverse e fra poco addirittura in due continenti diversi, ma non cambierà niente, ci sentiremo sempre molto vicine.
E' arrivata con le sue due Principesse, e una valigia piena di buone parole e di racconti divertenti narrati con la sua inconfondibile cadenza napoletana. Hanno riempito casagolosa con giochi divertenti, con sedute di maquillage notturno, con voci di bambine e cantilene per saltare la corda, abbiamo bevuto caffè fino alle quattro di notte, con i bambini nell'altra stanza addormentati pacificamente, abbiamo parlato ci siamo confrontate ed ha ascoltato tutte le mie paure, trovando delle soluzioni semplici ed efficaci.
Abbiamo cucinato le patatine fritte, mangiato nutella di nascosto dai bimbi, abbiamo fatto il ragù, e la parmigiana di melanzane, la mia cucina si è riempita di pentole e padelle sporche come non succedeva da un pò.
I bambini golosi erano al settimo cielo perchè le Principesse di Amica golosa sono per loro quasi sorelle, Anziano ha sopportato l'invasione dei suoi spazi, ed è finito a dormire sul divano, mentre le bimbe confabulavano contro di lui nella cameretta chiusa a chiave.
Giocando hanno anche litigato e pianto riempiendo la casa di singhiozzini sincopati, ma PrincipessaC era affascinata anche da questo...
"...mammina, piangono come vere principesse, devo imparare anch'io..."
Si impara...tesoro mio... forse le lacrime di principessa sono meno dolorose.

venerdì 28 marzo 2008

Arcobaleno

arcobaleno 


Mamma golosa oggi è uscita di casa…

Dietro suggerimento di Alem sono andata in uno di quei negozietti di giochi alternativi, a comprare un po’ di palloncini per i bambinigolosi che purtroppo stanno subendo la mia apatia, oltre ai palloncini mi sono regalata un arcobaleno portatile…mi è sembrata un idea fantastica…gli arcobaleni sono bellissimi sempre…e sono belle le storie che ci si possono inventare intorno….

L’arcobaleno può essere uno scivolo magico…una porta per il mondo delle fate…una caccia al tesoro…una volta io e Anziano l’abbiamo inseguito per chilometri, perché lui voleva vedere la pentola d’oro, e l’inseguimento è stato entusiasmante anche per me che mi aspettavo di veder spuntare un cappellino rosso di uno gnomo con il suo bastone nodoso…

Sono anche andata a fare benzina dal mio benzinaio preferito, quello bello e muscoloso, lo guardo sempre sfacciatamente…però lui porta le maniche corte mostrando i suoi bicipiti anche in pieno inverno…una povera Mammagolosa cosa dovrebbe fare se non guardare…

Oggi va un po’ meglio

giovedì 27 marzo 2008

Sensazioni



Donnegolose
 ...Mammagolosa è di nuovo sola...
...MisterBig dovrebbe atterrare a Shanghai fra qualche minuto...
...tutti i bimbi sono a scuola...
...la casa rimbomba di solitudine...
Avrei tante cose da fare, e da organizzare per la partenza, ma non trovo la forza di uscire di casa da sola, non trovo una sola cosa su cui arrampicarmi in questo momento, mi stò dando tante buone motivazioni, per riuscire a smuovermi, ma non le trovo vorrei rifugiarmi sotto le coperte e dormire, dormire, dormire, allontanarmi lentamente da tutto quello che mi circonda, da tutto quello che non ha importanza, da tutte le ipocrisie che gravitano intorno alla mia anima...
Riflussi di coscienza che non mi danno pace, idee d'amore che non trovano riscontro, la mia mano tesa che non trova un appiglio, le mie lacrime che non trovano un fiume in cui riversarsi...
...le sensazioni non sono fatti...ma in questo momento fanno malissimo lo stesso.

giovedì 20 marzo 2008

Preparativi


La famiglia golosa si sta preparando per la partenza non c'è più nulla che ci trattenga in Italia e quindi i primi giorni di maggio partiremo per la Cina...
Il progetto era partito un po' di tempo fa, ma adesso ci trasferiamo sul serio...
Mammagolosa sta preparando tutte le cose che potranno esserle utili quando sarà così lontana dal suo paesello...

...origano, semini di basilico, il lievito per le torte, il ginepro, la maggiorana per i ravioli, il pepe in grani, i chiodi di garofano, l'alloro, la cannella...

Mi stò anche attrezzando con una scorta di preparati in busta per le torte ed i dolcetti, perchè farina, lievito, fecola ed altre amenità che reperiamo facilmente al super in Italia, in Cina non sanno neanche cosa sono...

Ma niente paura mamma golosa farà i dolcetti anche lì...e riuscirà a circondarsi di bambini chiassosi attirati dai profumini che si sprigionano dal suo forno...

In seguito mi specializzerò nella cucina cinese non si sa mai che io non riesca a rivalutarla...

...di necessità...virtù..

lunedì 17 marzo 2008




Su Casagolosa ricomincia lentamente a splendere il sole...lentamente...
...c'è ancora una coltre di tristezza latente, ma lentamente...
...lentamente riorganizzerò i miei pensieri...
...i cassetti si riapriranno ad uno ad uno...
....ci troverò dentro ancora tante belle cose...
...eredità impalpabili, di un donna straordinaria...
...ricordi forti di una madre...
...dolci giochi di una nonna...
...momenti intensi di una donna..

venerdì 14 marzo 2008


"La morte non è niente.

Sono solamente passato dall’altra parte: è come fossi nascosto nella stanza accanto.
 Io sono sempre io e tu sei sempre tu.
 Quello che eravamo prima l’uno per l’altro lo siamo ancora.
 Chiamami con il nome che mi hai sempre dato, che ti è familiare; parlami nello stesso modo affettuoso  che hai sempre usato.
Non cambiare tono di voce, non assumere un’aria solenne o triste.
Continua a ridere di quello che ci faceva ridere, di quelle piccole cose che tanto ci piacevano quando eravamo insieme.
Prega, sorridi, pensami! Il mio nome sia sempre la parola familiare di prima: pronuncialo senza la minima traccia d’ombra o di tristezza.
 La nostra vita conserva tutto il significato che ha sempre avuto: è la stessa di prima, c’è una continuità che non si spezza.
Perché dovrei essere fuori dai tuoi pensieri e dalla tua mente, solo perché sono fuori dalla tua vista?
Non sono lontano, sono dall’altra parte, proprio dietro l’angolo.
Rassicurati, va tutto bene.
 Ritroverai il mio cuore, ne ritroverai la tenerezza purificata.
Asciuga le tue lacrime e non piangere, se mi ami: il tuo sorriso è la mia pace".
Sant'Agostino

giovedì 13 marzo 2008

Tristezza


....Mammagolosa è molto triste...
....stò cercando di grogiolarmi nel dolore della perdita, di coprirmi di bei ricordi e di occhi pieni di speranza, stò cercando di ritrovare la voglia di sorridere e di guardare il mondo con occhi benevoli, gli occhi però si riempiono solo di lacrime e la tristezza prevale su tutto...
....nonostante io ricordi mia madre così tenecemente attaccata alla vita, la vedo cristallizzata nella sua morte...
...il suo cuore non ha sopportato oltre l'attesa, e adesso lei ha lasciato un vuoto profondo un abisso buio che non mi permette di vedere la luce...
....si è portata via il suo profumo e l'odore di casa....
....si è portata via la voglia di vivere con coerenza eccessiva ed ostinata...
....si è portata via il nido...la casa...il rifugio...
...si è portata via la memoria...
Donatella è molto triste...
Donatella è molto sola...

venerdì 7 marzo 2008

Zia Golosa




Zia golosa è una zia un pò fantasma, capita da noi ogni tanto e nelle feste comandate, portando una ventata di stravaganza e di giochi distruttivi...
...Bambini golosi adorano Ziagolosa...
...ma soprattutto adorano andare nel nido di Ziagolosa...
Abita in una minuscola mansarda in montagna, insieme ad una piccola comune di amici stralunati, una colonia di gatti, un coniglio, e per ultimo ma non ultimo l'ennesimo aspirante Ziogoloso.
I bambini adorano andare a dormire dalla Zia, perchè la sua casa è come un parco giochi per loro, è piena di ogetti esotici...stauette indiane, incensi profumati che bruciano, draghi dipinti, da lei, sui muri del salotto, modellini di taxi indiani, scimmie di peluche, il gioco delle freccette, tanti trucchi e profumi, un armadio con le ante aperte per i troppi vestiti, e poi c'è sempre un nuovo Ziogoloso da conoscere e mettere alla prova.
Zia golosa, non invita i bambini a dormire da lei, perchè, sicuramente adora i suoi nipoti, ma non le piacciono molto i bambini, li assume per un giorno o due commissionandogli dei lavoretti, portare su la legna per il fuoco, spolverare le stauette di Shiva, spulciare un gatto.
I bambini adorano lavorare per la zia, non vedono l'ora che la Zia li assuma e si propongono a lei in ogni modo allestendo vere e proprie campagne promozionali....
....hai bisogno di legna, sai zia l'inverno sarà freddo e rigido, e poi su da te nevica sempre anche in primavera....
...hai bisogno di spolverare, sai con tutto l'incenso che bruci si crea polvere, non vorrei che con il tempo ti venisse un allergia...
....hai bisogno di lavare Freud (il gatto) è sempre in giro nel bosco porta a casa microbi...
....io sono bravissima a spolverare...
...io sono un missile a portare su la legna...
...io apparecchio...
...io lavo i piatti...
Stasera i bambini sono stati assunti da Ziagolosa, e finalmente Mammagolosa andrà al cinema con le sue amiche, a vedere un film vero...da grandi.

giovedì 6 marzo 2008

Esercizi di rifacimento


Nel progetto di rifacimento prima del rientro di Mister Big,  Mammagolosa è stata dal parucchiere dopo tanto tempo che non ci andava.
Andare dal parrucchiere la trovo una bella perdita di tempo, e non perchè io sia intellectual-chic, ma proprio perchè dopo pochi minuti, vento, pioggia, bambini, odore di cucina si accaniscono con la piega di Mammagolosa.
Comunque era in progetto e stoicamente ho perso tre ore a farmi fare qualcosa che dovrebbe chiamarsi Baylage, tipo sfumature, qualcosa che secondo la ragazzina parrucchiera spettinata avrebbe dovuto migliorare anche il mio viso spigoloso...bha non sapevo di avere il viso spigoloso.
Dopo avermi messo il colore ha creato sulla mia testa una specie di vaporosa nuvoletta con la carta cellophane...
" Signora,deve restare molto ferma per almeno venti minuti, vuole qualcosa da leggere"
...dopo un minuto torna con un paio di riviste di moda grosse come  tomi enciclopedici, impossibili da tenere in mano, e comunque con poco da leggere, una volta c'erano le riviste di gossip, in un paio di ore eri a conoscenza di tutti gli amori dal Principato di Monaco alle Baleari...ho taliato i pupi per venti minuti....come diceva un vecchissimo bisnonno che non sapeva leggere ma che si dava un tono tenendo in mano un giornale.
Intanto sono arrivate altre signore,una delle quali, ve lo giuro, ha mostrato i peli delle ascelle alla parucchiera per farle capire le reali sfumature dei suoi capelli.
E' diventato difficile anche andare dalla parucchiera....
...ti imbustano in un kimono di carta...
...ti igienizzano la poltrona e il lavatesta...
...ti fanno qualcosa che si chiama baylage...
...ti danno da leggere qualcosa che non si legge...
...ti ispezionano le ascelle per decidere il colore...
com'è difficile...farsi belle...e meno spigolose. 


Taliare i pupi, in siciliano vuol dire guardare le figure.

mercoledì 5 marzo 2008

Da grande Farò....




Avete mai portato i bambini in uno di quei negozi di giocattoli alternativi, quei posti dove trovi tanti giocattoli in legno ed  i kit per costruire qualsiasi cosa...
...una dinamo per alimentare una torcia elettrica....
...un piccolo vulcano con eruzione in piena regola...
....un blocco di gesso da cui armati di scalpello puoi trovare i resti fossili di un dinosauro...
...una piccola cassetta per gli attrezzi (con attrezzi piccoli ma veri)....
...i trucchi di magia...
...le illusioni ottiche...
....piccoli formicai con dentro una gelatina trasparente che ti permette di vedere le gallerie scavate dalle formichine....
...il kit della spia, dove trovi pennerelli con inchiostro speciale che puoi  leggere solo con una lampada e dove ti insegnano a nascondere messaggi segreti....
Questi negozi sono fantastici stimolano la fantasia dei mostri in modo molto costruttivo, non serve comprare necessariamente qualcosa, loro fanno un giretto lì e tornano a casa con mille idee per renderti il pomeriggio movimentato....
Anziano parte armato di vanga....
....vado a scavare sotto il ciliegio può darsi che io riesca a riesumare il corpo di qualche dinosauro...
...bene, buon lavoro...
Male che vada riesuma il gatto del vicino.
Principessa si ferma in casa con me...
...io da grande farò lo scenziato...
Ma come, doveva fare la principessa e farsi portar via da Azzurro su un cavallo bianco...
...farò lo scenziato inventore...
...cosa inventerai...
...intanto una coperta che fà le coccole, così quando papà non c'è tu te la puoi portare a letto, poi occhiali che non si appannano e non si sporcano, così non devi stare sempre a pulirli, caramelle e cioccolata che non finiscono mai, una lavatrice che va fuori da sola a stendere la biancheria, ma soprattutto mi metterò a studiare seriamente le cellule staminali così Anziano non dovrà farsi più l'insulina...
Io adoro questa bisbetica indomabile.

lunedì 3 marzo 2008

Mister Big...il ritorno!


Giorni concitati a Casa Golosa, Mamma golosa è alle prese con un restauro fisico per non presentarsi troppo provata agli occhi del maritino, massaggi, ceretta, inutile dieta lampo,palestra ossessiva.... comunque pensando anche a coccole culinarie per Big, lasagne, tiramisù, risotto, grosse bisteccone sanguinolente....ma soprattutto stà pensando a come far sparire il blackberry di Big, nemico acerrimo di Mammagolosa.
I bambini golosi e gli amici di casa, stanno pensando ai regalini esotici che Mister Big porterà a casa...
....papà ci porterà gli aquiloni, ne ha comprati per tutti...
...anche per me?....anche per me?....anche per me?....
...si ne ha comprati tanti cosi facciamo le gare...
I bambini del quartiere goloso sono sistemati....questa primavera gare di aquiloni.
PrincipessaC sta meditando vendetta nei confronti di suo padre, che alla partenza per la Cina le aveva promesso un drago, drago vero, da tenere al guinzaglio, a cui dare da bere vino per tenerlo piccolo, già quando noi siamo stati in Cina ha torturato  Big con il drago, che lui aveva praticamente dimenticato di aver promesso alla figlia, i toni delle conversazioni erano più o meno questi....
...quando vai dall'allevatore di draghi...
...quando arriva il mio drago...
...vorrei un Ungaro Spinato...
...Tesoro di papà, il drago è dall'allevatore, ma per essere trasportato ha bisogno di un complicato processo di liofilizzazione...
...e allora quando sarà pronto...
....PrincipessaC te lo porterò a casa io....
Adesso che è arrivato il momento del rientro dell'espatriato, Principessa stà per affondare il colpo di grazia, perchè si aspetta che il padre rientri con il drago liofilizzato...
...a me papà porta un drago, un drago vero, un drago imperiale quello con cinque dita...
...forse...papà non potrà portarlo fuori dalla cina, ti ricordi che all'aereoporto c'era una bacheca con gli animali esotici che non si possono imbarcare....
....si, ma ho visto tartarughe, serpenti, conchiglie ma non draghi...
Certo non fà una piega...per riparare alla mancanza del drago a cui principessa si era già affezzionata Mister Big dovrà portarle ben più che un aquilone oltre ad assecondare tutti i suoi cappricci per quindici giorni....mentre Mammagolosa si godrà la sua meritatissima pausa....
   

sabato 1 marzo 2008

Assaggiatore di Ciabatte


Da quando la famiglia golosa è andata al cinema a vedere Asterix e Obelix alle Olimpiadi,  PricipessaC è rimasta molto affascinata dalla figura, di Cesare, e naturalmente da gli occhi azzurri di quel grand uomo nonostante l'età di Alain Delon, ma soprattutto dalle manie di questo Augusto re...
Stamattina si è svegliata al grido di...
...ASSAGGIATORE DI CIABATTEEEEEE....
naturalmante Anziano si è alzato dal suo letto ed ha "ASSAGGIATO" le ciabatte della sorella facendo un giretto per la stanza....
...Principessa ti puoi alzare, nessun pericolo...