mercoledì 3 dicembre 2008

SPIRITO NATALIZIO



Alla fine mi sono lasciata convincere da zia Laura, che sta cercando di instillare lo spirito natalizio nei nostri cuori un pò troppo caldini, anche oggi c'erano quasi venti gradi, e di renne neanche l'ombra, fa troppo caldo per il Natale.
Lo so non dovrebbe essere una questione di temperatura esterna, ma non so come spiegarvi il Natale qui non c'è, nonostante le luci e le decorazioni, non c'è lo spirito.
Ai cinesi Babbo Natale piace, infatti non è difficile trovare il suo faccione rubicondo sulle vetrine dei negozi anche molto lontano dai giorni natalizi, ma non si respira mai veramente l'aria di Natale.
La zia Laura doveva comprare l'albero per Buzz e Streghetta, quindi l'ho accompagnata al negozio e mi sono lasciata tentare da qualche Babbino da attaccare alle maniglie delle porte e da qualche candela.
Quando i bambini sono tornati da scuola, ne sono stati entusiasti, addirittura cercavano l'albero da addobbare insieme, gli ho ricordato che fra meno di venti giorni saremo in Italia e li avremo il Nostro albero (regalo di nozze dell'amica di sempre), ed il nostro salotto brillerà delle sue luci e delle mie preziose, ma storiche, palline di cristallo, i nostri addobbi natalizi ci hanno aspettato per più di un anno e si riguadagneranno il loro posto d'onore in casa, e magari io riaccquisterò lo spirito del Natale che mi ha sempre contraddistinto.
Ma forse quest'anno sono proprio io che sto chiudendo il cuore alle emozioni natalizie, è il primo Natale senza la mia mamma, e mi sembra che non ci sia abbastanza calore, non c'è nessuno che pensa a noi, a me e a mia sorella come figlie, che pensa mesi prima ai nostri regali e a quelli dei bambini, non c'è nessuno che prepara gli struffoli, o che preparerà il presepe e racconterà le storie di Gesù ai bambini, non ci sarà nessuno chiuderà con cura i nostri pacchetti da riporre sotto l'albero nascosti tra gli altri, penso che quest'anno il mio spirito non ce la farà ad arrivare, ogni giorno lo sento più lontana, ogni giorno mi sforzo per i bimbi, soprattutto, e anche per mia sorella che ormai non vedo da otto mesi, ma l'unica cosa che farei veramente sarebbe rinchiudermi nella mia stanza e aspettare che tutto scivoli via senza troppo rumore.

Nessun commento:

Posta un commento