giovedì 11 dicembre 2008

SCUOLA



Non vi ho mai parlato in maniera specifica della nuova scuola dei Bimbi Golosi, perchè l'argomento è un pò spinoso.
Mammagolosa è cresciuta, scolasticamente parlando, allevata dalle amorevoli (ma non troppo) cure di una suora, una persona intransigente, che bacchettava per un condizionale sbagliato, e che si arrabbiava ferocemente se noi alunne non stavamo sedute, buone e magari attente, ai nostri posti.
Quindi io non sono un genitore troppo elestico dal punto di vista didattico, Montessori sì, ma fino ad un certo punto, ho sempre preteso una certa disciplina nello svolgimento dei compiti, e mi sono sempre occupata del fatto che i miei figli approfondissero gli argomenti, magari con ricerche aggiuntive che potesso stimolare la loro curiosità.
In Italia è più semplice, perchè i ragazzi tornano a casa con compiti "normali", gli egiziani, gli assiri, i babilonesi, qualche problema,  magari qualche temino o la relazione di un libro letto.

In Cina il primo modulo di studio di Anziano è stato, "Il tuo businnes futuro", siamo partiti con le interviste ai genitori...
"Che studi hai fatto..."
"Sei contento del tuo lavoro..."
"Di quante persone sei responsabile..."
"Pensi di guadagnare abbastanza..."
"A cosa aspiri per il tuo futuro..."
"Che tipologia di lavoro svolgete..."
Un Big abbastanza imbarazzato ha risposto a tutte le domande di Anziano, non comprendendo troppo bene dove questi "compiti" andassero a parare.
Nella seconda fase di questo modulo, hanno creato un "azienda", l'insegnante ha eletto un direttore, e lui ha sua volta ha eletto il contabile, l'addetto agli acquisti, quello addetto alla pubblicità etc..
Ai ragazzi sono stati dati 400 yuan, con il quali il responsabile acquisti ha  comprato delle cose al supermercato, mentre Anziano si occupava del logo e della pubblicità.
La terza fase del modulo era guadagnare dalla vendita di questi oggetti, allora i ragazzi si sono inventati un gioco a premi, tipo una pesca di beneficenza.
Quarta fase, constatare gli introiti e andare tutti a mangiarsi una "bella" pizza.
Questi sono i compiti! Io non sarò moderna, ma inventarsi un logo e una strategia di vendita non mi sembrano cose troppo formative dal punto di vista umano e culturale.
Il prossimo modulo si chiama "Beyond the Horizon"....mi vengono i brividi al solo pensiero!
Speriamo che stavolta vadano veramente oltre l'orizzonte, stamattina sono andati al museo della seta di Suzhou, e la prossima settimana andranno a quello di arte contemporanea di Shanghai....non è una scuola, è un campo vacanze!

2 commenti:

  1. E' vero, lo stile anglosassone di gestire l'educazione scolastica è molto diverso dal nostro. Una mia conoscente espatriata in UK ha una figlia alle "medie" inglesi, e gli stanno insegnando come si gestisce un conto corrente. E a ben pensare non mi sembra affatto una cattiva idea, infatti i ragazzi inglesi a 18 anni sono autonomi e indipendenti. Anche io resto spiazzato, ma le performance appena pubblicate dall'osce sull'istruzione nei vari paesi, hanno relegato l'Italia inesorabilmente nei piani bassi sul rendimento scolastico.
    Alberto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da un certo punto di vista sono contenta....adesso siamo la piccola in 3 media e il grande il 2 superiore, diciamo che secondo me mancano un pò i contenuti....

      Elimina