giovedì 27 novembre 2008

CINA QUOTIDIANA



Giorni girovaghi questi ultimi per Mammagò e la sua famiglia, il calcolo sembra silente, e la vita da expat di periferia continua senza sosta.
Prima di tutto c'è il compleanno della Principessa da organizzare, i Vostri biglietti e regalini sono tutti arrivati (grazie, veramente grazie), sarà importantissimo per lei trovarsi ad aprire le buste che arrivano dall'Italia, siamo anche riusciti a procurare con l'aiuto di zia
Laura, la torta a due piani con cioccolata e cavallo, ma quello delle torte cinesi è un capitolo a parte che mi riprometto di sviluppare in un altro momento.
Un altro impegno di questi giorni sono i regali di Natale che stanno mettendo a dura prova la mia fantasia, partiamo per vere e proprie spedizioni, che minano il sistema nervoso, le contrattazioni si fanno estenuanti, ma poi si va via sempre con la sensazione che ti abbiano fregato.
Fra un pò la mamma di Laura tornerà in Italia, e quindi l'aria intorno a noi non è troppo leggera, mancherà molto a me, mi sembra di conoscerla da sempre, e mi sembra sia stata qui con noi veramente troppo poco, immagino Laura...ma presto sarà Natale, e le expat torneranno in patria, almeno per un pò, riacquistare ritmi umani e normali farà bene a tutti.
Siamo anche stati in gita a Zhouzhuan, una delle tante città sull'acqua nella periferia di Suzhou, una città molto carina, un posto che sa molto di Cina, di vera Cina, la giornata era proprio autunnale, e ci siamo perse in giro per canali e ponticelli senza una meta precisa, così, camminando e chiacchierando,  e perchè no,  bevendo un caffè Illy (stavolta buono, le petizioni servono...) in un bar con vista sul canale.
Atmosfera piuttosto surreale, il canale, le lanterne rosse, il canto delle signore di Zhouzhuan, ed una tazza fumante di cappuccino Illy.
E poi tanto altro, cena a base di pinne di squalo, in onore di un'amica che lascia la Cina per proseguire verso i paesi arabi, pranzo con l'anatra laccata alla pechinese, per stare ancora un pò tutte insieme prima della partenza.
Acquisti, e ricerca della borsetta della vita, per la Zia golosa, che la vuole nera, ma con qualcosa di rosa e fucsia, la vuole con la tracolla ma non troppo grande, e poi ci sono i miei bambini  del quartierino goloso, nella valigiona delle feste ci sarà qualcosa anche per loro.
Mammagò e Laura nei prossimi giorni avranno qualche ferita da leccarsi, ma non temete Natale è vicino ed io ho già tirato fuori la prima valigia.
Stiamo tornando...stiamo tornando!
Non ho le foto di Zhouzhuan perchè il mio computer è rotto, sto scrivendo dal mini Asus...spero di aggiustarlo presto, comunque le foto ci sono e le pubblico appena possibile.

Nessun commento:

Posta un commento