lunedì 1 settembre 2008

IL PRIMO GIORNO



Il primo giorno di scuola mi turbava, già quando ero studente, volevo che tutto fosse perfetto, le matite temperate, i pennarelli ben assortiti, i vestiti puliti e stirati ai piedi del letto.
Le cose non sono molto cambiate, anche se i primi giorni non sono più miei ma dei bambini golosi.
Ieri abbiamo preparato le divise, scritto il nome sullo zaino, e sulla borraccia, su tutte le magliette ed i pantaloni.
Stamattina io e Big li abbiamo accompagnati a scuola, la scuola è gigantesca, con tanti corridoi e tante classi...mi sono sentita molto piccola ed impaurita, mentre i due bambini golosi si guardavano attorno un pò stralunati.
L'anno scorso in tutta la scuola c'erano 250 bambini e due scuolabus, quest'anno ci sono 2800 bambini e 40 scuolabus.
Ho tirato la manica di Big..."...ti prego riportaci a casa...", lui mi ha solo stretto la mano un pò di più... "...non cedere adesso...", li abbiamo accompagnati in classe eleganti nelle loro divise nuove, in classe della Principessa c'è un bambino italiano che studia alla SSIS da due anni, mi sono un pò consolata e probabilmente anche lei.
Anziano è partito sicuro alla ricerca della sua classe e del suo corridoio, mi ha lasciato un pò lontano dall'ingresso, ci ha baciati dicendoci di non preoccuparci (ci si leggeva in faccia il terrore), ho aspettato che entrasse..."Good mornig, Miss..."
...
sono la solita mamma italiana apprensiva e chioccia.

Nessun commento:

Posta un commento