giovedì 24 luglio 2008

LA CULTURA DEL SOSPETTO




Sono giorni che cerco di spiegare, vocabolario alla mano, all'ingengere, che la lavatrice non funziona correttamente, lava, risciacqua, strizza, ma non asciuga.
Ogni volta sembra che abbia capito, ci gira attorno con i suoi luminosi attrezzi, ma Lei continua a non fare a pieno il suo dovere...
Oggi ho chiamato una ragazza che parla inglese ed ho spiegato, per l'ennesima volta il mio problema...
La risposta è stata...
"Adesso facciamo partire la lavatrice..." con testimoni presenti, IO, INGEGNERE, SIGNORINA...
"Premiamo il tastino Dry..."
"Quando ha finito tu mi chiami, ed io controllo che i vestiti siano bagnati..."
"Va bene, ti chiamo quando ha finito..."
Ormai non mi arrabbio più, secondo voi perchè non si fida di me!
SE TI DICO CHE LA BIANCHERIA RESTA BAGNATA...FIDATI...RESTA BAGNATA...E' BAGNATA!
Saranno gli anni di regime, hanno instillato nelle loro menti la cultura del sospetto!

Nessun commento:

Posta un commento