venerdì 30 maggio 2008

Passaporti



Non sò bene quale sia la prassi per ottenere un permesso di soggiorno in Italia, ma posso spiegarvi cosa accade qui nell'impero celeste.
Siamo partiti dall'Italia con un visto turistico di un mese, per poi una volta arrivati qui agganciarci al visto di lavoro di Big, per avere il visto devono sottoporti ad una serie di esami clinici, in una delle loro bellissime strutture.
Stamattina tutta la famiglia golosa è partita alla volta di una clinica privata per i controlli, sia mamma che bambini golosi dovevano farli, non vi dico il terrore nei loro occhi, dopo l'esperienza ospedaliera.
Accompagnati dall'interprete siamo arrivati in questa pseudoclinica, dove si fanno permessi di lavoro, vaccinazioni, visti.
Si partiva da una stanzetta iniziale, dove ti facevano il prelievo, e poi c'era un lungo corridoio con tante stanzette, in ognuna un dottore.
Prima operazione, esami del sangue e delle urine, l'infermiera mi ha dato due sonori ceffoni sul braccio, e la vena è saltata fuori per paura, le urine dovevo raccoglierle in un barattolino aperto (non sterile), minuscolo, grande come un barottolo di "danito" (scusatemi ma non mi veniva un paragone migliore, ma le dimensioni si intuiscono).
Seconda operazione, una visita medica, in cui mi hanno guardato le mani, mi hanno fatto camminare, tirare su le gambe, alla fine mi sono guadagnata un bel timbro blu"NORMAL", sulla mia documentazione.
Terza operazione, terza stanzetta, misurazione della pressione, e auscultamento del torace con uno stetoscopio al dir poco lercio, altro timbro guadagnato, "NORMAL".
Quarta operazione, quarta stanzetta, visita oculistica, no, non quello che state pensando, mi ha fatto sedere, e mi ha guardato gli occhi, allargandomi le palpebre con le dita, senza alcuna strumentazione e poi mi ha fatto indicare il verso di qualche simbolo sul tabellone luminoso, infine mi ha anche guardato i denti, altro timbro, "NORMAL".
Quinta stanzetta, quinta operazione, ecografia di fegato, reni , pancreas e stomaco, con un ecografo abbastanza decente,"NORMAL".
Sesta stanzetta, sesta operazione, elettrocardiogramma, con uno strumento e un dottore entrambi di notevole esperienza, intingeva un grosso cotton fioc lurido, in una sostanza liquida, e poi mi attaccava gli elettrodi, che vi giuro io non avevo mai visto prima, erano tipo di rame, comunque "NORMAL".
Settima stanzetta, settima operazione, raggi al torace, qui le cose sembravano più moderne, ma me li hanno fatti senza farmi togliere nulla, avevo il reggiseno con i ferretti, isn't important, "NORMAL".
Dopo tutta questa trafila che fortunatamente i bambini si sono risparmiati, ci hanno finalmente rimandati a casa, adesso appena avranno i risultati degli esami del sangue decideranno se sono idonea a restare in Cina, oggi i bambini golosi speravano sinceramente che potessero trovarmi qualcosa di brutto, in modo da ritornare velocemente nel loro caro quartierino goloso.

Anziano sta bene, il taglio non è profondo, siamo tornati in ospedale questo pomeriggio, il dottore l'ha medicato, dovrebbe essere tutto a posto. 


Nessun commento:

Posta un commento