lunedì 12 maggio 2008

Impariamo il cinese


LUNEDÌ, 12 MAGGIO 2008
IMPARIAMO IL CINESE LEZIONE N°1

Mammagolosa prima di partire dall'Italia si è comprata un bel testo in una libreria universitaria dal titolo
 "Il cinese per gli italiani"
corso di lingua in 40 lezioni
Quindi perchè non condividere i primi rudimenti con voi...

Il cinese è una lingua difficile: ardua è la sua pronuncia, con quattro toni, due finali nasali e un grande valore distintivo attribuito all'aspirazione delle consonanti, astrusa ci appare la sua scrittura con migliaia di segni che sembrano tutti diversi, ma che condividono tra loro molti elementi; impossibile sembra la sua sintassi priva di coniugazioni e declinazioni.
Ma nonostante queste difficoltà la lingua cinese è parlata da un abitante su quattro, ed è attualmente studiata come lingua straniera da quasi trenta milioni di persone nel mondo.
La lingua cinese è la più remota dell'antichità, ne abbiamo testimonianza  scritta nelle iscrizioni oracolari già nel XVII a.C. con alcune incisioni su gusci di tartaruga o su ossa, è la lingua della poesia e del romanzo classico, ed è oggi la lingua di quasi un quinto dell'umanità.
Per rendere la lingua cinese più facilmente fruibile dal 1958 si è adottato un sistema di trascrizione dei suoni, "Alfabeto pìnyìng", frutto e rielaborazione di vari sistemi di romanizzazione formulati da linguisti cinesi e stranieri. Questo alfabeto è diventato un ausilio didattico per l'insegnamento della pronuncia ai bambini cinesi e agli stranieri, ma l'unica vera realizzazione scritta della lingua cinesa è data dai caratteri. I caratteri cinesi sono la più antica forma di scrittura tuttora in uso. 
Ma veniamo a noi....
Salve!                                                            Nîhăo!
Come stai?                                                    Nîhăo ma?
Bene!                                                              Hên hăo!
Non c'è male!                                                 cuò!
Abbastanza bene!                                        Hăi kêyi!
Così così!                                                      Mămă huhu!
Grazie!                                                            Xièxie!
Non c'è di che!                                                kèqi!
Scusa!                                                            Duì bu qî!
Arrivederci!                                                    Zàijiàn!
A domani!                                                      Mìngtiăn jiàn!
Dovesse esserci un purista tra di voi...sò che gli accenti non sono proprio perfetti ma la pronuncia è abbastanza intuitiva...datevi da fare perchè queste paroline qua i bambini golosi le usano correntemente...oltre a dare le indicazioni al tassista...destra, sinistra, gira, etc. ma questa sarà un'altra lezione....

Nessun commento:

Posta un commento