giovedì 10 aprile 2008

Le Schifezze di MammaGolosa




                                                     
Mammagolosa oggi stà mangiando un sacco di schifezze....
Mammagolosa di solito si nutre di grandi tazze di caffè amaro, magari qualche biscottino, poi a cena insieme ai bimbigolosi si concede un buon pasto...
Sarà la pioggia, sarà il freddo, sarà la burocrazia, sarà una fantomatica dirigente scolastisca (inafferrabile come Lupin), sarà questa gelida primavera, ma oggi Mammagolosa sente di avere una voragine nello stomaco...
...Yogurt...ho cominciato in maniera salutistica...
...Madeleines...ho continuato in maniera letteraria...
...Fragole...ho ritrovato la via della salute...
...Piadina con la mortadella...mi organizzo per le gite in campagna...
...Patatine...uno snack veloce...con i tempi che corrono...
...Caffè...per ritrovare le sane abitudini...
...Cioccolata...molta cioccolata...è un antidepressivo naturale...

Prevedo una lunga giornata per il mio stomaco, ed una resa incondizionata per la mia cellulite.



[...] in una giornata d’inverno, rientrando a casa, mia madre, vedendomi infreddolito, mi propose di prendere, contrariamente alla mia abitudine, un po’ di tè. Rifiutai dapprima, e poi, non so perché, mutai d’avviso. Ella mandò a prendere uno di quei biscotti pienotti e corti chiamati Petites Madeleines, che paiono aver avuto come stampo la valva scanalata d’una conchiglia di San Giacomo. Ed ecco macchinalmente oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione d’un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di Madeleine. Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario. Un piacere delizioso m’aveva invaso, isolato, senza nozione della sua causa. M’aveva subito resi indifferenti le vicissitudini della vita, le sue calamità, la sua brevità illusoria, nel modo stesso in cui agisce l’amore, colmandomi d’un’essenza preziosa [...].

Nessun commento:

Posta un commento