martedì 12 febbraio 2008

Pagelle




Nel paese delle favole oggi è giorno di giubilo e di gioia per qualcuno, e giorno di tristezza e frustrazione per qualcun altro...oggi c'è la consegna delle pagelle del primo quadrimestre...con ansia le madri di tutte le categorie aspettano questo giorno trepidanti e rassegnate...gia alle tre e mezza c'erano gruppetti di madri ansiose fuori dalla scuola come davanti ai negozi il primo giorno dei saldi, scalpitanti e agitate.
Anche Mammagolosa è un pò ansiosa quando ritira le pagelle, perchè fondamentalmente non le piacciono i giudizi, incasellare un bambino in una scheda è brutto, difficile e soprattutto inappropriato...ogni bambino è un mondo fantastico che non si può ne descrivere nè arginare su un foglio bianco.
La Pagella è angosciante, lo era già quando Mammagolosa era solo una Bambinagolosa, che faceva sempre il suo dovere e spesso si meritava il tricolore appuntato sul grembiule bianco, comunque anche per lei la pagella era un brutto momento, temeva sempre che i suoi genitori non fossero abbastanza contenti, che lei non fosse brava come le altre bambine.
 Adesso la pagella si chiama DOCUMENTO DI VALUTAZIONE, triste...vero? Si potrebbe chiamare in mille altri modi...essere VALUTATI a sette anni è impensabile, a sette anni i bambini si possono voler bene, si possono capire, amare, ma non valutare.
Il documento di valutazione, si sviluppa in due parti la prima quella propriamente didattica, dove ci sono i voti delle varie materie, dei semplici voti, nessun commento aggiuntivo, la seconda parte è il GIUDIZIO SINTETICO COMPLESSIVO,  dove le voci non sono più le materie, ma ci sono voci come: comportamento, relazioni, partecipazione, impegno, autonomia. E anche lì ci sono dei giudizi da segnare con una crocetta, corretto, poco corretto, adeguato, difficoltoso, costante, discontinuo, costante ma superficiale......
I Bambinigolosi hanno un COMPORTAMENTO, corretto, le loro RELAZIONI, cioè il rispetto e la disponibilità a collaborare con gli altri sono adeguate, la PARTECIPAZIONE, cioè l'interesse per le attività è essenziale, l'IMPEGNO è costante ed efficacie, l'AUTONOMIA, cioè la completezza, l'impostazione, il rispetto dei tempi di esecuzione, è buona....questi sono i miei bambini...un pò pochino non credete, un pò riduttivo incasellare dei bambini, delle menti in crescita che avrebbero bisogno di tutto tranne che essere inscatolati in una scheda con dei buchetti per mettere delle X....

Nessun commento:

Posta un commento